Avv. Alessandra Rossi

Cos'è il Gratuito Patrocinio?

gratuito patrocinio

È un istituto che vale nell’ambito di un processo civile ed anche nelle procedure di volontaria giurisdizione (separazioni giudiziali e consensuali, divorzi giudiziali e congiunti, ecc.) e consente alla persona non abbiente (o vittima di stalking, di maltrattamenti in famiglia oppure di mutilazioni genitali) di ottenere la nomina di un avvocato iscritto nelle apposite liste e la sua assistenza a spese dello Stato, purché le sue pretese non risultino manifestamente infondate.

L’ammissione al gratuito patrocinio è valida per ogni grado del processo e per le procedure connesse. 

Chi non può essere ammesso?

gratuito patrocinio

Non è ammesso il patrocinio a spese dello Stato:

  • nelle cause per cessione di crediti e ragioni altrui, (salvo se la cessione appaia fatta in pagamento di crediti o ragioni preesistenti).
  • per i condannati con sentenza definitiva per i reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, associazione a delinquere finalizzata al traffico di tabacchi e al traffico di stupefacenti.

 

Chi può chiederlo?

  • i cittadini italiani,
  • gli stranieri, regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale;
  • gli apolidi;
  • gli enti od associazioni che non perseguano fini di lucro e non esercitino attività economica.
Con quale reddito può essere richiesto?

Il reddito dell’interessato non deve superare € 11.369,24 (aggiornato il 23/7/2014 G.U.) di imponibile al netto degli oneri deducibili (tetto modificabile ogni due anni dal Ministro della giustizia).

Se l’interessato convive con il coniuge o altri familiari – anche non consaguinei o affini, il r abveddito, ai fini della concessione del beneficio, è costituito dalla somma dei redditi di tutti i componenti la famiglia (anche more uxorio).

Si tiene conto solo del reddito dell’interessato nelle cause che hanno per oggetto diritti della personalità o se, nello stesso processo, gli interessi del richiedente sono in conflitto con quelli degli altri componenti del nucleo familiare conviventi.

Nella determinazione dei limiti di reddito si tiene conto anche dei redditi che sono esenti da irpef (esempio pensione invalidità, indennità accompagnamento, ecc.) o che sono soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta, ovvero a imposta sostitutiva.

ULTIME MODIFICHE APPORTATE CON IL “DL FEMMINICIDIO” DEL 12/10/2013:
Le vittime di stalking, maltrattamenti in famiglia e mutilazioni genitali femminili possono essere ammesse al gratuito patrocinio a prescindere dal reddito, come le vittime di violenza sessuale.

GRATUITO PATROCINIO A FAVORE DEGLI STRANIERI ESPULSI

I cittadini stranieri colpiti da decreto di espulsione sono ammessi al patrocinio a spese dello stato, indipendentemente dal reddito.

AVV. ALESSANDRA ROSSI | 102, Via Dei Platani - 00172 Roma (RM) - Italia | P.I. 06546701001 | Tel. +39 06 23248875 | Fax. +39 06 23248875 | studiolegalealessandrarossi@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy